CUSTOM JAVASCRIPT / HTML
Mik ho un’idea eccezionale! Dici che funzionerà?
scritto da Mik Cosentino - 17 Dicembre 2018
In questo inedito articolo ti svelo la guida pratica in 4 STEP per scoprire in un battito di ciglia se quello che vuoi realizzare online (e non) ha un potenziale margine di profitto senza rischiare false illusioni e frustrazioni pesanti
Cavolo era da tanto tempo che non prendevo in mano il mio Mac per scrivere un articolo.
  
Quest'ultimo periodo l'ho trascorso per dedicare la maggior parte del mio tempo ai miei clienti perché io sono uno dei pochi se non l'unico marketer in Italia che scende in trincea nel campo di battaglia dei suoi clienti e insieme a loro li aiuta a raggiungere risultati concreti nelle loro attività o business online.

Quindi capisci anche tu che alla luce di questo non ho potuto dedicare del tempo per scrivere qualche articolo che non fosse semplicemente un ammasso di parole messo sul web giusto per riempire gli spazi vuoti.

No perché la mia natura mi ha sempre portato (e mi continua a portare) a compiere azioni che possono far raggiungere risultati per chi le segue e il raggiungimento di obiettivi ben precisi e anche questo articolo ne è l'ennesima riprova.

Seguimi.

In quest'ultimo periodo ho ricevuto diversi messaggi nei miei canali social di persone che mi chiedevano se ci fosse un metodo per capire e per scoprire se la propria idea di business potesse funzionare così a occhi chiusi come se io fossi uno stregone con una palla di cristallo che riesce a prevedere il futuro di ogni singola azione che si vuole intraprendere nell'ambito business.

Del resto io sono riconosciuto proprio per questo e non dico che da un certo punto di vista la cosa mi lusinga anche il fatto che le persone mi vedono in questa maniera e cercano in qualche modo nelle mie parole una sorta di conferma, una sorta di certezza…

Peccato però che l’attitudine che queste persone pongono al mondo del business è completamente sbagliata
Permettimi di farti capire quello che intendo.
Il concetto di base è molto semplice.
Non esiste un'idea che possa funzionare a prescindere da qualsiasi cosa perché le idee non sono altro che un pensiero che scatta all'interno della nostra mente sulla base di quello che noi vediamo e sulla base di quello a cui siamo influenzati ogni singolo giorno. Ma non è detto che ogni nostra idea o intuizione sia profittevole.


“Infatti la fregatura è che un'idea non funziona MAI fine a sé stessa ma funziona se dall'altra parte c'è un mercato e un insieme di persone che sono realmente disposte ad investire i loro soldi in questa idea, in questa intuizione, in questo progetto, in questo prodotto perché l’idea effettivamente colma un vuoto che è presente per quella nicchia di persone.”


Se questo è quello che succede allora la tua idea può avere un alto margine di successo però è anche vero che nel business non contano le parole ma contano i numeri.

Tutti possiamo essere dei grandi opinionisti ma alla fine il Dio Denaro benedice solamente chi è in grado di spostare somme di numeri considerevoli, tutto il resto è praticamente aria fritta.

Mi dispiace essere così crudo ma è anche vero che questo è il mio modo di comunicare oltre che essere una grande verità.

In fondo l'essere umano di base preferisce una falsa promessa da una crudele verità però è anche vero che qui mi sto rivolgendo a persone che come me (diversi anni fa) hanno la necessità di stravolgere la propria vita perché stanchi di quello che stanno vivendo o perché spronati dal desiderio di vivere una vita sopra la media. Così a fronte di questa fiamma interiore sono disposti a dare i loro soldi pure al primo che capita pur di vedere entrare i primi spicci, ma il mondo del business è davvero crudele se non è affrontato nel modo giusto.

Anche io non ti nego che quando ho iniziato a compiere i primi passi in queste realtà effettivamente sono rimasto accecato da false promesse di guadagno facile e ci sono pure cascato in quelle trappole e nel momento in cui mi sono reso conto dell'errore che avevo commesso mi sono sentito anche più stupido perché avevo creduto che effettivamente i soldi si potessero ottenere facilmente attraverso qualche strano sistema online.

Invece poi con l'esperienza mi sono reso conto di una cosa molto importante. 

Se TU riesci a risolvere dei problemi più o meno grandi alle persone allora avrai in mano il potere 
Sembra una frase motivazionale ma in realtà è molto di più di quello che sembra.

Un po' come il concetto dell'iceberg 

ovvero che le persone vedono solamente una parte del successo che la persona ha ma non vedono quello che c'è sotto e che c'è stato dietro a quel successo.
  • Come ad esempio i sacrifici
  • Le rinunce
  • I no
  • Le notti insonni trascorse davanti a uno schermo del computer quando magari il giorno dopo ti dovevi pure alzare presto per andare a fare l'allenamento
Ecco… le persone non vedono o non vogliono vedere il sacrificio che c'è dietro un successo perché solo il pensiero di fare fatica fa venire l’orticaria. Si preferisce piuttosto una via facile, meno dolorosa e più istantanea però è anche vero che quello che tu riesci ad ottenere attraverso la tua idea o comunque la creazione di un business online è direttamente proporzionale alla quantità di problemi che tu riesci a risolvere alle persone.

Infatti quando io ho iniziato non ho fatto altro che trovare un problema della mia nicchia di riferimento, vedere quello che c'era fuori sul mercato e mostrare a queste persone la mia offerta e da lì è iniziato tutto.

Ed è lo stesso identico modo nel quale tu devi cominciare e devi approcciare al mondo del business.

Lascia perdere chi ti dice che bastano poche mosse per poter stravolgere la tua vita, ti stanno imbrogliando

È vero, anche io dentro i miei programmi avanzati dico questo ma lo dico perché ho elaborato una serie di sconfitte e fallimenti che mi hanno permesso di trovare solamente l'essenziale, solamente quelle azioni che nel momento in cui vengono applicate ti consentono veramente di raggiungere in poco tempo il successo.

E questo è alla luce dei fatti. Lo puoi vedere in tutti i miei profili social di come ogni settimana ci sono sempre nuove persone, nuovi clienti che riescono ad avere un successo anche così istantaneo dopo poco tempo che hanno iniziato a studiare i miei programmi.

Ora però questo non vuol dire che tutti possono essere in grado di stravolgere la loro vita e quindi monetizzare una propria idea, business o competenza.

Perché in realtà a prescindere dall'idea in sé è anche importante l’attitudine che ogni persona ci mette in questo mondo.

Bisogna seguire le azioni e non fare di testa propria se non si ha già raggiunto un risultato in quello che si vuole fare.

Per questo motivo anche io quando ho iniziato mi sono ispirato a persone che già prima di me avevano ottenuto dei risultati ed io non ho fatto altro che seguire le loro stesse orme perché il successo in qualche modo lascia traccia.

E se tu sei qui a leggere questo articolo molto probabilmente ti ritrovi in tutto quello che ti ho scritto fino adesso e mi fa piacere che mi stai continuando a seguire anche perché questa importante premessa mi serviva per farti capire le mie intenzioni, la mia natura, il mio modo di essere ma soprattutto per proiettarti nel succo di questo articolo nel quale come ti ho promesso all'inizio ti voglio condividere 4 step pratici pronti all'uso che ti consentono (una volta applicati) di identificare in un battito di ciglia se la tua idea, competenza o business che sia può essere più o meno monetizzabile sul mercato.

Perché ho scelto di rivelarli?

Perché come ho scritto all'inizio, come è importante prendersi cura dei propri clienti e fargli raggiungere il successo, lo è altrettanto anche dare valore per le persone che magari ancora non ti conoscono o quantomeno ti conoscono ma c'è ancora qualcosa che non li fa fidare di te quindi ho deciso di prendermi queste ore per scriverti questo articolo affinché tu possa capire e vedere concretamente con i tuoi occhi che non sto mai con le mani in mano ma che io come te tutti i giorni mi prendo cura della pianta che ho creato perché basta veramente poco per vedere bruciare in un attimo tutto quello che si è costruito con dedizione, forza e costanza negli anni.

Non sono uno che rimane sugli allori a crogiolarsi per quello che ha creato.

Sono uno che ama festeggiare i propri successi ma allo stesso tempo non scende mai dal campo di battaglia perché è un’attitudine che ho sviluppato negli anni e credo che sia anche questa un’abilità che mi ha permesso e che continua a permettermi di raggiungere nuovi traguardi ogni anno.

Quindi alla luce di tutto ciò oggi voglio condividere con te una guida pratica in 4 step che ti aiuta a scoprire in un battito di ciglia se quello che vuoi realizzare può essere monetizzabile online anche se al momento non hai idea da dove partire e non hai dei punti di riferimento.

Devi capire che quando si inizia ad esplorare un mondo che non è di nostra competenza, commettere degli errori di valutazione è un attimo così come se io volessi operare un paziente senza teoria, senza averlo fatto prima e senza saper tenere in mano un bisturi (oltre a non farmi venire una sincope alla vista del sangue e degli organi interni).

Quindi se non sono preparato rischio solamente di fare dei danni pertanto ancor prima che tu possa commettere qualche errore di valutazione all'interno della tua idea, della tua competenza o della tua azienda che magari già sta funzionando ma che vuoi portare al prossimo livello è importante seguire le indicazioni di chi ha già raggiunto dei risultati concreti e che li fa raggiungere pure ai propri clienti nel corso del tempo.

Perché anche questo è un parametro molto importante che definisce il grado di successo che ognuno ha nella propria attività.

Come ho detto prima...
“Il denaro si misura con i numeri non con le opinioni.”
Quindi detto ciò tuffiamoci all’interno di questo succulente articolo.

STEP #1 di 4 - Ci ha già pensato qualcun altro?

La prima cosa che devi fare quando una mattina ti svegli ed hai un'incredibile illuminazione è chiederti questo:

“Ma ci ha già pensato qualcun altro?” 

A volte siamo così accecati dal nostro ego e dalla nostra illuminazione che pensiamo di avere scoperto l'acqua calda quando in realtà magari ci sono già state altre persone che hanno già avuto la nostra stessa intuizione e l'hanno già applicata oppure vediamo che in realtà ci sono delle idee simili alla nostra ma non c'è stato ancora nessuno che ha fatto quel passo in più: agire.

Pensaci.

A volte rimaniamo tanto tempo a pensare e a riflettere su quanto potrebbe essere figo realizzare qualcosa come Amazon, Tesla, Apple e qualsiasi altra realtà e rimaniamo impalati come delle sentinelle londinesi ad immaginare la nostra vita senza però compiere un solo passo nella realizzazione di quello che è il nostro sogno.

Però sono certo che tu non sei quel tipo di persona perché sei qui a leggere questo articolo e se lo stai leggendo è perché vuoi capire realmente come poter scoprire se la tua idea o competenza può avere più o meno successo nel mondo online quindi già questo ti va a togliere da quella nicchia di persone che non fanno mai niente ma che trascorrono il loro tempo a sognare fino a quando un giorno si renderanno conto che quel sogno è diventato un terribile rimpianto.

Non permettere che questo accada.

Tornando quindi alla tua intuizione, competenza o business che vuoi lanciare, quello che devi fare è:
  • guardare quello che fanno i concorrenti
  • ​quali sono questi concorrenti
  • cosa stanno facendo in questo settore 
  • ​come si stanno muovendo nei vari social con i loro clienti
Quindi diciamo che la prima cosa che devi fare è diventare una spia.

Devi investigare come una moglie che ha il sospetto che il marito gli mette le corna. Allo stesso tempo questo è l’identico approccio che devi avere quando fai delle ricerche perché è importante scoprire cosa fanno i concorrenti affinché tu possa trovare un loro punto debole e trasformarlo nel tuo punto di forza.
Ma come riesco a fare questa ricerca?

Beh il modo migliore è quello di navigare nei vari social network e individuare i tuoi potenziali competitors, comprare anche qualcosa da loro per vedere come si sono strutturati, come vendono e se effettivamente tu hai un margine di successo nei loro confronti sulla base di quello che fanno. Questo ti permette già di avere un'idea ben più chiara e precisa con dei numeri alla mano se quello che tu vuoi realizzare è effettivamente monetizzabile oppure puoi migliorare ancora di più quello che stai già facendo.

Capisco che detta così non è niente di che però è anche vero che in realtà il grosso del lavoro spetta a te cercare le informazioni e analizzare i tuoi concorrenti perché non posso farlo io. È una cosa che devi fare tu. Devi entrare nel merito del tuo mercato perché come abbiamo detto prima è sempre il mercato che sancisce il successo di un'idea, di un prodotto o di un servizio.

Se tu riesci a muoverti nel modo giusto e a fare la giusta offerta al giusto pubblico potrai realizzare qualsiasi somma che tu desideri purché vengono seguiti gli step cardine mostrati in questo succulente articolo.

Quindi abbiamo visto che il primo passo è quello di scoprire se già ci sono altri competitor in questo settore, cosa stanno facendo, come lo stanno facendo e come tu puoi farlo non tanto meglio di loro ma con un'angolazione diversa.

Infatti qui ci colleghiamo allo step numero 2.

STEP #2 di 4 - Perché dovrebbero comprare da me?

Questa è una domanda che viene sempre troppo spesso presa con poca considerazione dando per scontato come se fosse irrilevante ma in realtà ha un peso davvero notevole. Sì perché non è scontato che le persone comprano da te piuttosto che da un altro.

Se questa cosa è scontata vuol dire che tu stai operando in un settore o comunque in delle condizioni nelle quali ciò che spinge all'acquisto le persone è solamente il prezzo e questa è una dinamica dalla quale stare ben alla larga.

Facciamo un esempio concreto.

Se io sono indeciso nel scegliere tra una maglietta da €10 ed una da 15 solamente perché l'immagine rappresentata mi piace di più rispetto a un'altra è chiaro che qui non riesci ad essere particolarmente differente ma prova invece a guardare quello che realizza Supreme.

Prova a vedere come avviene l'acquisto dei nuovi capi che vengono lanciati da questa azienda.

Alla fine si tratta sempre di una maglietta ma come viene presentata, la visione che è stata creata dietro e tutto il marketing che è stato realizzato… porta un'alta esclusività, così elevata al punto tale che le persone sono disposte ad investire anche diverse centinaia di euro per un solo capo di abbigliamento cosa che magari da H&M non succede.

Ora non voglio entrare troppo nel merito di strategie di marketing perché poi diventare opinionisti è un attimo, e se non si conoscono bene le dinamiche è davvero facile cascare in false argomentazioni. Quindi quello che voglio farti capire è questo.

“Perché una persona dovrebbe comprare da te
 il tuo prodotto, il tuo servizio o
quello che tu stai realizzando?”

  • Hai un angolo di attacco ben preciso? 
  • Comunichi a un target definito che è disposto ad acquistare da te i tuoi prodotti e i tuoi servizi?  
  • ​Questo target se compra dei prodotti simili ai tuoi, ha già avuto delle esperienze positive o negative con altri competitors?  
  • Se sì dove?
  • ​Per quale motivo?
  •  Come puoi diventare invece il punto di riferimento per il tuo cliente?
  • ​Come può diventare la sua User Experience così importante e così impattante da permettergli di investire anche €200 in più rispetto al tuo concorrente?
Queste sono alcune delle domande che devi iniziare a porti per capire come ti puoi muovere nel mercato ancor prima di investire diverse migliaia di euro nella creazione di startup che poi si trasformano in veri buchi fallimentari.

Perché poi il rischio è anche questo proprio come l'ho sottolineato nell'ultima intervista pubblicata su Vanity Fair. Prima di fare qualsiasi tipologia d’investimento, bisogna capire se quello che si sta facendo (o che si ha intenzione di fare) può avere un margine di successo e attraverso le indicazioni che ti sto svelando in questo articolo puoi fare dei test di mercato e vedere se la propria idea, se il proprio prodotto o servizio è almeno validabile. Perché non ha senso lanciarsi e spendere diverse migliaia di euro in un'idea o in una startup che poi non realizzerà mai i profitti sperati.

Anche perché ci sono dei costi minimi di gestione per creare anche un’attività online quindi ancor prima di accollarsi dei costi che magari non si riescono a sostenere (seppur minimi) è sempre bene andare con i piedi di piombo quando ancora non si è raggiunta una certa esperienza.

Se invece tu sei una persona che già è navigata e comunque mi sta leggendo per curiosità o perché hai stima in quello che faccio, allora tu sei anche libero di fare degli azzardi quindi di creare e lanciare qualcosa e valutare se con il tuo intuito hai capito che c'è margine di profitto per una certa idea, una certa competenza ma questo è un altro discorso infatti questo articolo è più indicato per quelle persone che magari si stanno muovendo a piccoli passi verso il mondo dell'online ma hanno qualche dubbio se la propria idea potrebbe essere più o meno monetizzabile quindi questo articolo è nato apposta col presupposto di eliminare qualsiasi dubbio in merito e fare chiarezza per sempre evitando frustrazioni e perdite economiche.

Quindi ancor prima di comprare dei programmi o dei tools che ti consentono di muovere i primi passi online è sempre bene fare delle ricerche perché nel momento in cui tu ti esponi e sbagli qualcosa è veramente difficile poi rimettere a posto gli errori. È sempre meglio valutare e validare le proprie idee, le proprie passioni o le proprie competenze ancor prima di lanciarsi e questo è un aspetto importante che desidero che tu comprenda al meglio.

Quindi in questo secondo passo è importante definire il proprio posizionamento, come siamo percepiti e come vogliamo essere percepiti dal nostro pubblico rispetto agli altri concorrenti perché il modo più efficace per riuscire a diventare il leader in una nicchia è quello di squalificare tutti gli altri competitor e diventare l'unico punto di riferimento.

Per ottenere questo
  • hai bisogno di vedere come si comportano i competitor
  • quello che NON stanno facendo
  • ​e che potrebbero fare
  • ​o comunque dare al proprio target di persone quel servizio, quel prodotto, quel qualcosa che nessun altro riesce a erogare (dandolo invece per scontato) ma che in realtà è proprio quello che determinerebbe un afflusso di denaro nelle tue casse
  • i motivi che hanno spinto i competitors a fare e non fare determinate azioni 

Ripeto… Questi sono concetti teorici per farti capire come ti devi muovere ma è importante la teoria, un po' come quando si inizia scuola guida.

Non cominci a guidare su strada anche se sai guidare una macchina se però non conosci i cartelli stradali.

Altrimenti al primo incrocio fai l'incidente.

Quindi è importante conoscere un minimo di teoria per capire come ci si deve muovere concretamente e autonomamente nella giungla del mondo online perché oggigiorno chiunque può vendere qualcosa online (il che è un bene ma anche un male) e qui ci agganciamo al terzo passo. 

STEP #3 di 4 - Quanto costa alle persone NON comprare da me? 

Capisco la tua faccia perplessa.

Questa è una domanda che fa molto riflettere quando la si pone. E se ci pensi un attimo quando una persona si vuole spingere online o comunque ha un'azienda che vende i suoi prodotti o servizi, guarda a quanto li vendono i concorrenti e cerca di capire a quanto può venderli lui per starci dentro con i costi di gestione, di produzione, di servizio e quant'altro e definisce così un prezzo ma non pensa mai (se non rarissime volte) a quanto può costare invece all'utente il NON comprare quel prodotto o quel servizio (oltre a quanto gli costa all’imprenditore il fatto che un cliente non compra da lui).

E questa domanda è una domanda cruciale perché ti permette di far capire e di far percepire ai tuoi utenti il valore dei prodotti e dei servizi offerti. Un valore che in qualche modo si riesce a quantificare ed è un valore che tu devi trasmettere ai tuoi utenti perché questo è il modo migliore che tu hai per farti pagare di più rispetto i concorrenti, ed è il modo migliore per diventare anche un leader nel tuo settore di competenza.

Chiaramente non è una cosa che avviene dalla sera alla mattina però se già tu inizi a metterti nelle condizioni di capire quanto alle persone può costare non comprare il tuo prodotto o il tuo servizio ti fa capire il costo del no.

Perché il costo del sì, si sa quanto vale. È il costo del tuo prodotto o del tuo servizio.

Ma molto spesso è sempre il costo del no che spinge e sprona le persone ad agire e a capire che caspita se io non prendo questo prodotto, se non prendo questa consulenza con questo imprenditore, con questo professionista… ho un costo maggiore di quello che lui mi sta chiedendo perché da solo non riesco a colmare questo GAP e a raggiungere gli obiettivi che vorrei e automaticamente quando la persona capisce quanto ammonta il costo del no riesce a realizzare anche quanto è il valore di questa persona e di quanto è stata fine la sua comunicazione. Quindi già questo ti posiziona maniera diversa rispetto ai concorrenti ed è questo l'obiettivo che tu devi avere sempre a mente ancor prima di muovere i primi passi online e nella realizzazione di quello che è un tuo business o la tua azienda.

Prima devi capire queste sfaccettature qua perché ti consentono all'istante di fare una fotografia a quello che tu stai facendo ed hai quindi sottomano un'istantanea come se fosse una Polaroid che appena fai la foto dopo 5 minuti vedi su quel pezzo di carta la fotografia di un momento che rimarrà per sempre stampato in quei 20 centimetri e che ti farà ricordare l'amore, l'amicizia, il sentimento che c'era in quel contesto e allo stesso modo la fotografia del tuo business ti permette di capire che quello che vuoi realizzare è importante e seguendo questi passi non puoi sbagliare perché ti consentono di avere SEMPRE sottomano un’istantanea della tua situazione attuale e di quello che tu potresti fare da qui ai prossimi mesi, da qui ai prossimi anni per raggiungere i tuoi obiettivi.

Questo è un modello di pensiero che io sono riuscito a costruire nel corso degli anni a fronte anche di errori di valutazione perché spesso ci si fa prendere dall'entusiasmo di muoversi online il prima possibile per vedere che magari ci sono i primi like, che le persone vedono i tuoi video, leggono i tuoi articoli e quindi vedi che c'è un po' di rumore ma in realtà è solo rumore di fondo come un treno che passa sulla ferrovia ma tu non sei lì dentro in prima classe e allo stesso tempo quelle persone che magari interagiscono con te lasciano qualche like o commento però non sono persone che mettono mano al loro portafogli.

E se ci pensi alla fine di tutto questo, l'obiettivo oltre a trasmettere una User Experience importante ai tuoi clienti è soprattutto quello di far sì che le persone siano persone disposte ad investire in quello che tu fai perché altrimenti non ha senso mettersi qui e creare tutto un cinema di campagne, blog, optin page, pagine Facebook, Instagram e quant'altro per poi non vedere neanche il becco di un quattrino perché magari ci sono stati degli errori di valutazione che invece era importante considerare.

Per questo motivo ho deciso di scrivere questo articolo e questi 4 step affinché tu possa seguire ogni qualvolta che ti muovi online, oppure quando vuoi ingegnerizzare e automatizzare un ramo della tua azienda perché ancor prima di muoverti con il lancio di un nuovo prodotto, di un servizio nella tua azienda… quello che tu devi fare (oltre i 2 step visti fino ad ora) è assolutamente capire quanto costa alla persona non comprare quel tuo prodotto o quel tuo servizio. E nel momento in cui tu ti fai questa domanda riesci anche a capire come ti devi muovere per creare un'esperienza utente, un servizio, un prodotto o qualsiasi cosa che possa (oltre a essere utile per la persona) anche spingerla a investire più soldi per quello che tu stai realizzando.

Però oltre a questo non dobbiamo dimenticare un altro concetto fondamentale… 

STEP #4 di 4 - Che impatto ho nella vita del mio cliente?

Oltre al costo del no, anche questo è un altro aspetto che viene fortemente trascurato. Ovvero le conseguenze che le persone hanno all'interno della loro vita nel momento in cui comprano un prodotto, un servizio o entrano in contatto di consulenza con qualche libero professionista o imprenditore.

Anche qui, per farti capire il concetto, ti faccio un esempio molto pratico.

Molto spesso le persone si soffermano al semplice costo di un prodotto o di un servizio ma non valutano l'impatto che quel prodotto o quel servizio ha nella vita di quelle persone un po' come quando una persona acquista un Rolex per esempio.

Non lo fa tanto per il fatto che il Rolex segna l'ora in modo più preciso rispetto a un altro orologio.

Non è questo il senso e non è questo ciò che motiva l'acquisto di un Rolex ad un imprenditore o libero professionista.

Quello che spinge potenzialmente l'acquisto di un Rolex da €20000 per esempio è come vieni visto dalle persone per il fatto che hai al polso un orologio che in pochi si possono permettere e automaticamente vieni visto come una persona che ha i soldi, che ha successo ed è realizzata all'interno della sua vita.

Quindi in fase di trattativa e in fase di vendita ciò che spinge la persona a fare questo investimento non è tanto la possibilità di spendere €20000 ma il come quell'oggetto farà sentire la persona nel momento in cui avrà addosso quell’orologio.

Questo è un tassello importante che quando si vuole realizzare un business o digitalizzare un ramo aziendale è importante definire e capire l'impatto che quello strumento, quel prodotto, quel tuo servizio ha nella vita delle persone, perché solamente in questo modo riesci anche a far capire ai tuoi utenti che attraverso quello che tu stai facendo la persona potrà vivere un'esperienza diversa, potrà essere vista in maniera differente, potrà essere disposta ad affrontare un periodo difficile a fronte del risultato futuro…

Sembrano banalità ma a volte anche queste piccole conseguenze a fronte di un investimento bloccano l’acquisto o lo motivano ancora di più quindi non dare nulla per scontato e nel momento in cui fai capire che acquistando questo prodotto o servizio la tua vita sarà come quella che hai sempre desiderato e che tu a differenza di altri concorrenti ci tieni a questa sfumatura… hai vinto.

Questo è per farti capire anche quanto l'impatto di un prodotto o di un servizio può avere nella vita delle persone perché molto spesso vedo imprenditori che mettono insieme delle aziende che producono scarpe (per esempio) ma producono scarpe magari sì di altre marche ma sono scarpe che però non sono diverse da altre, non sono uniche nel loro genere, non trasmettono un certo tipo di immagine e automaticamente una persona quando vede quel tipo di scarpe dice sì ok ma alla fine sono scarpe come tante altre perché devo prendere queste piuttosto che delle altre? Piuttosto mi prendo delle Jordan o dalle Hogan che mi fanno percepire e mi fanno sentire appartenente ad un certo ceto sociale (a seconda del target di riferimento ovviamente).

Il punto è che se il prodotto che vendi non ti fa sentire parte di un Brand, di un'azienda di un marchio, di un movimento, di un’idea… perché le persone dovrebbero scegliere te? La risposta a questa domanda è che se non è per un motivo ben preciso ricade solamente per il prezzo. E nel momento in cui le persone fanno questo tipo di associazione… tu entri nel limbo della guerra del prezzo più basso e da lì è difficile uscirne. 
Anche perché non hai margine di profitto.

Ma ATTENZIONE

Non sto dicendo che per vendere qualsiasi cosa il mercato vuole (e non che tu desideri) devi per forza essere potente come la Nike o la Apple.
No!
Ti basta risolvere un problema specifico e sei apposto. Poi dietro quel problema ci crei un marketing che amplifica il tuo messaggio così da poter catturare l’attenzione delle persone.
Questo è il senso che devi cogliere dalle mie parole.
Si tratta di un concetto al quale volevo arrivare cioè che tu quando realizzi un qualcosa, le persone si devono sentire parte del tuo mondo, del tuo movimento, di quello che hai creato. Nulla deve essere fatto per caso soprattutto in un’epoca tanto competitiva come questa dove chiunque può vendere qualsiasi cosa online.
Per quanto sia facile entrare nel mondo online è altrettanto facile non essere minimamente considerato. Per questo motivo quando si ha a che fare nel mondo del business online (o comunque del business in generale) quello a cui devi puntare è
  • risolvere un problema alle persone
  • ​far capire come e quanto sei diverso
  • trasmettere (almeno) un motivo per il quale si dovrebbe comprare da te e NON da altri
  • ​mostrare l’impatto che hai nella vita del tuo cliente
Se a questo aggiungi anche il fatto di entrare “idealmente” all’interno del tuo mondo rappresentato dal tuo brand… allora i margini di successo diventano esponenziali. Il che non vuol dire diventare la nuova Apple. Basta seguire quanto sto facendo io.

Ma soprattutto, come già detto, è importante seguire i 4 STEP mostrati in questo articolo perché con le parole si fa sempre molto presto a creare dei business di sabbia che poi crollano alla prima uscita online.

Perché il rischio di tutto questo è l’effetto di un meteorite che si sbriciola ancor prima di colpire il bersaglio


Per quanto quello che ti ho mostrato fino adesso può essere veramente utile all'interno della tua azienda o comunque all'interno dell'idea che tu vuoi sviluppare, la difficoltà e soprattutto la trappola nella quale si può precipitare è proprio il fatto che lanciarsi e vedere i primi risultati è un attimo ma poi mantenerli nel tempo è difficile quindi dal mio punto di vista fare una ricerca e un’analisi approfondita in fase iniziale seguendo questi 4 step che ti ho mostrato in questo articolo è fondamentale, così che tu ti poni già nelle condizioni di creare qualcosa che sia duraturo nel lungo termine perché non ha senso fare qualcosa oneshot e buonanotte a meno che tu non voglia farlo giusto così perché vuoi prendere dimestichezza con questo mondo, perché vuoi vedere come funziona… e ci sta anche però è sempre bene avere coscienza e consapevolezza di quello che si fa e io ti ho voluto condividere questa guida in 4 step proprio per metterti nelle condizioni di seguire step by step
  • Cosa fa la concorrenza
  • ​Chi c'è sul mercato
  •  Perché le persone dovrebbero scegliere te
  • ​A cosa le persone stanno rinunciando e cosa rinuncerebbero se non acquistassero i tuoi prodotti e servizi
  •  E soprattutto che impatto hai nella loro vita e quanto riesci a far sentire le persone parte del tuo movimento, del tuo brand
… ancor prima di partire a razzo. Perché se non conosci il terreno di gioco rischi di farti male.

Ma ATTENZIONE qui non ci serve diventare la nuova Apple o la nuova Tesla


No qui basta molto di meno.

Basta che segui gli stessi identici passi che ho seguito io nel realizzare il mio successo dove ci sono persone che condividono la mia visione, la mia missione, i miei percorsi ed hanno risultati continui e costanti al punto tale da rimanere miei clienti fedeli a vita.

Devi sapere che nel mondo del business costa di più acquisire ogni giorno un nuovo cliente e farlo fidare di te piuttosto che vendere altri prodotti o servizi a dei già tuoi clienti soddisfatti.

Del resto è decisamente più profittevole conoscere una persona, andarci d'accordo, trovare dei punti in comune, costruire qualcosa di solido nel lungo periodo piuttosto che trovare sempre delle persone nuove che però in qualche modo non ti potranno mai dare quello che una relazione a lungo termine ti potrà concedere.

Ovvero:
  • Sicurezza
  • ​Amore
  • ​Rispetto
  • ​Lealtà
  • ​Fiducia
  • ​Gratitudine
Le stesse cose che anche tu dovresti far vivere ai tuoi clienti per il fatto che apprezzeranno proprio il fatto che tu sei diverso rispetto agli altri, che hai creato qualcosa di diverso con un'ottica diversa, con una tua unicità, con un costo del no incalcolabile ma che soprattutto ci metti impegno.

Perché tutti sono capaci di vendere qualcosa e piantarla lì ma tutt’altro sport è macinare risultati ogni giorno e se tu ti metti d’impegno, di riflesso anche i tuoi clienti faranno altrettanto.

Come si dice… raccogli quel che semini.

A buon intenditore… poche parole.

Quindi è questo l'obiettivo a cui tu devi mirare quando vuoi muoverti online e per riuscire a farlo nel modo corretto senza rischiare di sbagliare una sola virgola (oltre a seguire quello che ti ho mostrato in questo articolo) è quello di vedere questo webinar GRATUITO ma di alto valore di 3 ore e mezza nel quale ti mostro come io sono partito da zero e ho costruito la mia realtà imprenditoriale di grande successo che ogni giorno porta anche persone simili a me come me a creare a loro volta realtà simili alla mia e di come anche tu puoi ottenere tutto questo o di come puoi semplicemente crearti una tua piccola entrata mensile attraverso l'utilizzo di internet.

Per questo motivo sei invitato a registrarti al webinar che tengo questa settimana proprio su come io sono riuscito a creare tutto ciò e come puoi farlo anche tu partendo da zero seguendo dei passi veramente banali.


Io ti ringrazio per avermi seguito fino alla fine di questo articolo veramente succulento e ti sfido veramente a trovare qualche Guru o fantomatico blogger la fuori che scrive e regala dei contenuti di così valore come quelli che realizzo io ogni singolo giorno.

Quindi grazie ancora per essere rimasto fino a qui, per la fiducia che mi hai dato e proprio per questo ti chiedo di condividere questo articolo con le persone che tu pensi possono trovare spunto per realizzare i loro sogni e se tu hai la necessità di approfondire qualche tema a livello di infomarketing e a livello di business scrivi un commento sul post della mia pagina Facebook Mik Cosentino inerente questo articolo indicandomi qual è l'argomento che vuoi approfondire così dedicherò le mie attenzioni a darti maggiori dettagli nella prossima uscita che farò settimana prossima.

La tua opinione per me è molto importante e ci tengo tanto ad interagire con il mio pubblico perché il pubblico è sovrano. E il modo migliore per creare un impero che dura nel tempo è proprio quello di essere sì autorevole ma di dare voce in capitolo anche al proprio popolo e siccome tu sei rimasto a leggere fino a qui ti meriti un ulteriore regalo.

Ecco qui lo schema riassuntivo dei quattro punti che abbiamo trattato in questo articolo.
Spero che tutto questo sia stato per te fonte d’ispirazione e di azione.

Ricordati di partecipare al webinar che tengo questa settimana direttamente da qui

Scrivi un tuo commento nel post e noi ci rivediamo presto qui su questi schermi.
Buon lavoro e dacci dentro!
Mik Cosentino