CUSTOM JAVASCRIPT / HTML
Mik ma io non sono NESSUNO... come posso ricevere ATTENZIONE dal MERCATO?

scritto da Mik Cosentino - 08 Marzo 2019

L'importanza della STORIA come elemento di credibilità (anche se non hai PROVE a supporto) e i 12 passi del Viaggio dell’Eroe che ti renderanno un punto di riferimento per il tuo pubblico anche se sei un perfetto sconosciuto

Questa è la più frequente obiezione che le persone mi fanno quando hanno capito che possono sfruttare il web come potenza di marketing per la loro idea o attività ma pensano che nessuno è disposto ad ascoltarli.

Del resto come ho citato nell'ultimo articolo, viviamo nell'era della disattenzione dove in ogni istante della giornata siamo costantemente bombardati da notizie, video e informazioni condivise sotto qualsiasi tipologia di formato che spesso sono discordanti le une con le altre e noi a volte possiamo trovarci anche spaesati di fronte così tanta conoscenza.

Che ce ne facciamo?

Pertanto in uno scenario come questo è normale pensare che nessuno potrà ascoltarci se non abbiamo già ottenuto dei risultati o se non siamo già conosciuti.

Del resto… perché qualcuno dovrebbe leggere quanto scriviamo sui social?

Eppure è possibile distruggere questa falsa credenza e cominciare a farsi spazio in un mercato altamente competitivo come quello attuale attraverso il viaggio dell'eroe.

Del resto la storia è l’unico modo in grado di:
  • ​Posizionarsi nella mente delle persone
  • ​Affittare uno spazio tutto per sé
  • ​Arredarlo come meglio si desidera tenendo conto dei propri punti di forza
  • ​Creare un movimento di massa dietro questa situazione (questo sarà argomento del prossimo articolo) che porti profitto nelle tue tasche e un’idea a cui ispirarsi per le persone
Pertanto come ti avevo promesso l’ultima volta che ci siamo letti su questi schermi, oggi andremo a parlare insieme di come creare una storia che ti posiziona come riferimento per il tuo pubblico e vendere le tue competenze, le tue idee o quello che sai fare anche se al momento pensi di essere un sig. nessuno.

E questo articolo è strettamente correlato con quello precedente nel quale sono andato a svelare come creare il tuo personaggio attraente che se non hai ancora visionato ti consiglio di farlo adesso cliccando qui prima di proseguire con questo speciale contenuto.

Il motivo?

Semplice!

La storia deve parlare di te, di quello che sei, dei tuoi punti di forza.

E una storia senza un eroe con delle particolari abilità non ha senso di esistere.

Così come una storia con un eroe SENZA una missione, non ha senso esistere.
1. Il primo punto dei 3 lo abbiamo trattato nell’articolo precedente.

2. Oggi andremo a vedere come creare una storia che incolla, attrae e continua a mantenere alta l’attenzione nell’utente invogliandolo a volerne sapere di più in merito te anche se sei un perfetto sconosciuto nel tuo mercato

3. Ed infine nell’articolo successivo parleremo di come creare un movimento di massa che continua ad attirare sempre più persone a te e che ne richiama altrettante che condivideranno a spada tratta quello che fai come se fossi diventato un MESSIA.

Lo so può sembrarti impossibile, eppure è fattibile se segui i giusti passi.

Gli stessi passi che mi hanno permesso di risorgere dalla melma in cui mi trovavo, ripulirmi dal fango, catturare l’attenzione delle persone a me, farle condividere il mio sapere e innescare un movimento di massa costante nel tempo portando sempre più persone verso la liberà.

Così come vedi da questa foto tratta dal mio ultimo evento dal vivo

Ma prima di realizzare un movimento di massa come il mio devi per forza di cose partire dai fondamentali, ovvero da te.

In che modo definire il tuo personaggio lo abbiamo visto nell’articolo precedente.

Ora vediamo come creare una storia e quindi un viaggio dell’eroe in grado di trascinare nella tua dimensione i tuoi potenziali clienti e farli diventare dei fedeli alleati per il tuo movimento di massa convertendo anche i non credenti.

Del resto è una diretta conseguenza di quei personaggi polarizzanti che magnetizzano l’attenzione. 
Proprio come accade nelle storie ben fatte.

Qual è il punto?

Le storie catturano l'attenzione.

Intrattengono.

Innescano nel lettore un meccanismo che
  • ​Incuriosisce
  • ​Trascina
  • ​Trasporta
  • ​Intrattiene
  • ​Tiene col fiato sospeso
  • ​Innamora
  • ​Fa provare odio verso i nemici
  • ​Fa sentire appartenenti a qualcosa
E se ci pensi sono tutte situazioni e dinamiche che si vivono e rivivono intensamente solo all’interno dei film con delle storie ben fatte.

Perché del resto…

Solo le storie fanno scattare tutte quelle emozioni e sensazioni che catturano l’attenzione.

E l’attenzione a sua volta fa scattare emozioni.

Come?

Grazie alle storie.

Quindi le storie sono vitali nella creazione di un business o comunque nella realizzazione di un posizionamento efficace che s’insedia nella mente del tuo pubblico anche se è la prima volta che varchi la soglia del web.

Del resto da qualche parte bisogna cominciare.

Ma poi…

Le storie hanno il potere di demolire le false credenze e la diffidenza che il mercato può avere di fronte a sconosciuti

Del resto come possiamo sapere se un film sarà bello da vedere oppure si rivelerà una ciofeca?

Dal trailer.

E il trailer non è altro che un insieme di pezzetti salienti della storia che in qualche maniera catturano l’attenzione dell’utente facendogli provare delle emozioni che a loro volta fanno scattare più o meno interesse al contenuto o alla natura della storia in sé.

In fondo un regista non può sapere in anticipo se il suo film avrà successo o meno.

Però è anche vero che il successo di un film è strettamente correlato alle emozioni che fa suscitare nel pubblico, a come trasmette dei principi, ai personaggi e via dicendo.

Pertanto allo stesso tempo anche tu dovresti utilizzare le storie e la TUA storia come gancio di trasporto verso la tua dimensione nonché della tua offerta.

In fondo…
  • ​Se non conosci il tuo pubblico
  • ​Cosa vuoi trasmettergli
  • ​Perché
  • ​Perché le persone dovrebbero ascoltarti
  • ​E via dicendo…
È difficile ricevere attenzione.

Ammesso e concesso che tu sia al corrente di queste informazioni (se è la prima volta che mi segui ti consiglio di andarti a rivedere gli articoli precedenti così capisci il senso logico delle mie pubblicazioni) ora non ti resta che metterle insieme all’interno di una storia che in qualche modo, in maniera invisibile trascina il pubblico verso di te e ti fai preferire rispetto le opzioni presenti sul mercato (nonché i competitors).

Ma sono anche il modo più semplice ed efficace per rompere il ghiaccio con il tuo audience

Un po’ come succede quando incontri una ragazza che ti piace.

In qualche modo l’approccio deve iniziare.

E non serve fare promesse mirabolanti o chissà quale utilizzo di formule strane o astruse.

No.

Nel dubbio parti da fondamentali.

Quindi all’inizio del viaggio non serve che t’inventi nulla.

Parti dalla tua storia perché quando eravamo piccoli la nostra fantasia partiva con: c’era una volta…

E allora perché non farla scattare allo stesso modo e demolire quel muro di diffidenza che le persone hanno di fronte a sconosciuti abbassando ogni difesa con l’utilizzo delle storie?

Quindi il viaggio dell’eroe è la soluzione

Del resto nemmeno io quando sono partito ero conosciuto.
  • ​Scrivevo articoli e nessuno se li leggeva
  • ​Scrivevo email e non venivano aperte
  • ​Facevo i video e in pochi li guardavano
Le uniche persone che sembravano mostrare un minimo interesse erano i miei familiari che forse sbirciavano i contenuti solamente per dare un’occhiata (mica per altro).

E non è stata solamente la costanza nell’azione che mi ha fatto arrivare dove sono oggi bensì il raccontare la mia storia, una storia che non è stata semplicemente il racconto logico e cronologico degli episodi che sono accaduti nella mia vita ma un racconto che mixa all'interno anche i dubbi, le false credenze e i desideri che il mio pubblico aveva in merito ciò che desiderava realizzare.

Così sfruttando questo approccio ho utilizzato la mia storia come collante per agganciare l’attenzione del mio audience che rispecchiandosi in quello che ero e la situazione che stavo vivendo si è rivisto completamente iniziando così a seguirmi perché io rispetto a loro avevo già iniziato il cammino.

Ma non è stato un seguito esplosivo come una bomba atomica dalle conseguenze devastanti.

No.

È stato un processo lungo ma costante che gradualmente ha permesso alle persone di avvicinarsi sempre di più alla mia dimensione, una dimensione dipinta con i colori del viaggio dell’eroe, lo stesso viaggio che devi cercare di ricreare nella mente del tuo potenziale cliente che rispecchiandosi in quello che hai vissuto (e che lui sta vivendo) lo agganci trasportandolo in ciò che desidera ottenere, esattamente ciò che tu stesso hai già ottenuto (o stai ottenendo).

Perché un viaggio dell’eroe non deve essere semplicemente il racconto della tua storia e basta.

Dev’essere un racconto che parla di te contestualizzato in ciò che desidera ardentemente il tuo pubblico.

Solamente così riesci ad agganciare l’attenzione e a farti seguire anche se sei un perfetto sconosciuto.

Perché in fondo, anche quando cerchi il primo approccio con una ragazza che non conosci da qualche parte devi cominciare.

E qui, nel mondo del business, il punto d’inizio per chi ancora non ha varcato la prima soglia è proprio il viaggio dell’eroe.

È quel trampolino di lancio che proietta il tuo utente dove desidera arrivare passando per le tue difficoltà affrontate e superate con successo.

Ma non importa aver raggiunto chissà quali risultati.

Il segreto è essere avanti un solo passo rispetto al tuo pubblico.

Se tu riesci semplicemente a fargli ottenere un piccolo risultato… hai fatto bingo.

Avrai ricevuto la sua fiducia e questo è il primo grande traguardo nel mondo online ancor prima di una transazione economica.

In fondo… daresti mai i tuoi soldi ad uno sconosciuto?

Penso proprio di no.

Del resto, sin da piccoli i genitori ci insegnano di non dare confidenza a chi non conosciamo.

Pertanto a riprova di questo, l’unico modo per diventare familiari alle persone che non ci conoscono ancora è raccontando la nostra storia, parlando di noi. Ma non tanto così per fare.

Parlando di noi ma indirettamente anche di lui.

Com’è possibile fare questo?

Il viaggio dell’eroe è la soluzione.

Un viaggio che seguirà dei passi ben precisi che se verranno seguiti come te li condivido allora mi ringrazierai per aver letto questo articolo perché sarai in grado anche tu (senza troppa fatica) di realizzare il TUO viaggio dell’eroe che ti permetterà di ricevere fiducia anche dagli sconosciuti e trasformarti nell’eroe e punto di riferimento per il tuo audience che magari fino poco fa nemmeno sapeva di te.

Consoci per caso un modo più efficace di questo per ricevere attenzione e allo stesso tempo fiducia anche se sei uno sconosciuto?

Sicuramente no.

Le storie hanno proprio questo potere.

Il potere di diminuire la diffidenza del tuo pubblico ed in un mondo così social come questo dove chiunque cerca di farsi ascoltare a tutti i costi… le storie sono le uniche che hanno il potere nascosto di farsi ascoltare in maniera elegante catturando via via sempre di più l’attenzione a prescindere da chi le ha scritte.

Non importa chi scrive cosa perché se ci pensi, quando senti una storia che rappresenta magari quello che tu stai vivendo, non puoi non continuare a leggere (anche se magari hai degli impegni).

Vuoi sapere come va avanti e se tu sei riuscito ad agganciare l’attenzione… la persona continuerà a leggere fino a scoprire qual è l’identità dell’autore e in tal modo si crea una potente associazione.

Tu sei colui che (come l’utente) ha vissuto sulla sua pelle una dinamica familiare ed ecco che… click! Diventi magicamente più attraente rispetto a tutti coloro che là fuori cercano di mostrarti quanto sono fighi i loro prodotti o servizi ma senza motivare il perché, chi sono o dandolo peggio ancora per scontato.

Come vedi hai appena scoperto un modo ultra potente ed efficace per insediarti in maniera invisibile ed elegante nella mente del tuo audience, mostrarti vitale per l’incolumità del tuo pubblico e vendere i tuoi prodotti o servizi anche se parti da zero e sei un perfetto sconosciuto.

Certo Mik hai ragione… ma io non so scrivere storie…

Vedi, nemmeno io sono uno scrittore e nemmeno all’epoca quando ho iniziato lo ero, tuttavia sono riuscito comunque a catturare l’attenzione del mio pubblico scrivendo com’ero capace portandolo verso la mia dimensione, quella realtà che le persone non stavano vivendo ma che grazie a quello che sapevo fare e che avevo scoperto, potevo essere in grado di fargliela vivere davvero.

Questa era la mia promessa ed è la stessa identica promessa che faccio tutt’ora a tutte quelle persone che hanno il desiderio di capire e scoprire come trovare un metodo scientifico e prevedibile che tutti i giorni è in grado di catturare clienti verso il proprio business o la propria attività.

Un metodo che è molto efficace anche per chiunque ha un talento o una competenza che vuole monetizzare online.


Te ne parlo più nel dettaglio nel webinar gratuito che trovi cliccando sul pulsante qui sotto dove all’interno puoi vedere tutto il mio viaggio dell’eroe ed i suoi 12 passi che tra un attimo andremo a scoprire insieme.

Quindi il SEGRETO è:
  • ​Utilizzare la tua storia seguendo i passi in ordine logico e cronologico
  • ​Accentuare i momenti più critici che hanno segnato il tuo personaggio
  • ​Seguire i 12 passi che ti permetteranno di dar vita ad un viaggio dell’eroe non tanto INCREDIBILE ma CREDIBILE ed efficace per il tuo pubblico
Del resto non ha senso scrivere una storia se:
  • ​Non conosci il tuo pubblico
  • ​Non hai idea della tua offerta
  • ​E del perché le persone dovrebbero scegliere te piuttosto che un’altra persona

Il viaggio dell’eroe viene sempre DOPO aver PRIMA identificato i punti sopra e se per qualche ragione non li hai ancora identificati fai un giro negli articoli del mio blog così da poter ricevere spunti pratici e pronti all’uso.

Se poi vuoi qualcosa di ancora più concreto iscriviti al webinar gratuito (pulsante nero sopra).


E davvero, non serve essere Stephen King per creare una storia fantastica.

Ti basta seguire il modello a 12 passi che qui sotto ti condivido.

Molto semplice.

E si tratta di un modello preso dal libro “I mille volti dell’eroe” scritto da Joseph Campbell un libro che ti consiglio di leggere per capire e scoprire come le storie, a seconda di come vengono raccontate, possono innescare un impatto emotivo non indifferente nel pubblico che li ascolta.

Ma ora non serve che ti compri quel libro. Certo puoi farlo ma io qui per te ho estrapolato solamente quei 12 punti chiave che ti permetteranno di realizzare il tuo viaggio dell’eroe senza alcuna difficoltà e senza perderti nell’oceano delle informazioni anche se pensi di non saper cosa scrivere e come scrivere.

Anche perché grazie a questi 12 punti sarai in grado di abbattere la diffidenza delle persone nei tuoi confronti e in ciò che fai permettendoti così d’innescare il tuo movimento di massa, ovvero il perché le persone devono seguire te rispetto che qualche altro concorrente e questo lo andremo a vedere nei prossimi articoli quando ti mostrerò come diffondere la tua visione e fare innamorare il tuo pubblico a quello che fai anche se al momento pensi che non sia possibile.

Dopo che hai creato il tuo viaggio dell'eroe questo è il passaggio successivo per creare un volano che ti consente lentamente ma inesorabilmente di prendere sempre più persone
  • ​interessate a quello che fai
  • ​riconoscenti della tua autorità
  • ​rispecchiandosi in ciò che fai
  • ​diventando il loro punto di riferimento
Questo è ciò che ti prometto raggiungerai iniziando a seguire il primo dei 12 passi del viaggio dell'eroe .

Sei pronto?

Iniziamo!


Passo 1 di 12 – Il Mondo Ordinario

Come ti dicevo la storia va creata in ordine logico e cronologico e ti ripeto: non devi inventarti nulla ma devi semplicemente partire dal mondo ordinario.

Un mondo che rappresenta la tua quotidianità, quello che fai e quello che tu sai fare adesso e che magari altre persone potrebbero aver bisogno ma non essendo in possesso delle tue stesse informazioni non riescono ad uscire fuori dalle dinamiche scomode in cui si trovano pertanto qui è il momento in cui devi far capire all’utente che anche tu come lui ti trovavi in una situazione simile ma attraverso ciò che hai scoperto tutto è cambiato.

Però ora non devi mostrargli cosa hai scoperto.

Devi fargli capire che tu eri come lui.

Che non avete differenze e che anzi (forse in entrambi) c’è stato anche un richiamo…


Piccolo Aiuto: Nel mio caso, in riferimento a quando ho iniziato 4 anni fa, il mondo ordinario si riferisce al fatto che desideravo una vita migliore, una vita fatta senza eccessivi sacrifici e che in qualche modo mi sarei potuto godere la vita senza rompermi la schiena. Così a fronte di questo desiderio ho iniziato a cercare qualcosa. Infatti…


Passo 2 di 12 – Il Richiamo all'Avventura

Dopo che il lettore ha capito che tu sei simile a lui devi fargli capire cosa ti ha spinto a metterti in discussione per risolvere per sempre quella situazione di stallo che ti attanagliava e che in realtà attanaglia anche l’utente perché è una delle tante o se non la stessa situazione in cui si trova in questo momento il potenziale cliente.

Una situazione che magari altri formatori o altri professionisti come te hanno cercato in qualche modo di sfruttare per vendergli qualcosa ma che poi magari non ha portato benefici creando invece soltanto frustrazione e ulteriore diffidenza.

Pertanto il modo migliore per dissuaderli e avvicinarli alla tua dimensione non è tanto quella di vendergli altro MA fargli capire COSA ti ha spinto ad iniziare il tuo viaggio di scoperta affinché questo aneddoto diventi per l’utente il tuo elemento differenziante, un tratto caratteristico della tua personalità che in qualche modo affascina e incuriosisce l’utente.

Del resto il FOCUS del viaggio dell’eroe non è nient’altro che catturare l’attenzione e poi MANTENERLA nel tempo durante tutto il racconto.

Ma prima di questo è importante avere l’attenzione.

Ed un modo molto potente per catturarla è DICHIARANDO cosa ti ha spinto ad iniziare il viaggio di scoperta nel migliorare la tua situazione (la stessa situazione scomoda del tuo potenziale cliente).

Quindi in qualche modo riesci ad innescare anche in maniera invisibile una sorta d’ispirazione nella mente dell’utente che gli fa dire “Cavolo lui ha avuto il mio stesso stimolo… chissà come ha fatto a raggiungere la situazione desiderata che io vorrei vivere… fammi vedere dai…

Ecco…

Nel momento in cui l’utente si ripete questa frase significa che hai agganciato la sua attenzione.

Ovviamente non puoi sapere a priori se pensa o meno queste parole però puoi cercare in qualche modo di far sì che s’inneschino.

Come?

Attraverso il richiamo all’avventura.


Altro aiuto: Nel mio caso, il richiamo all’avventura è stato quello di spulciare le testimonianze di persone di successo che nella loro vita hanno raggiunto quello che io desideravo. Così a fronte di questa riprova anche io volevo essere come loro e migliorare la mia situazione ma seppur sentivo tanto desiderio, qualcosa mi frenava…


Passo 3 di 12 - Rifiuto del Richiamo
 
Tuttavia seppur magari avevi anche voglia di intraprendere un cambiamento importante per la tua vita e avevi scoperto la strada corretta da seguire… qualcosa ha iniziato a ronzarti in testa impedendoti d’incominciare questa avventura.

Qui è il classico momento nelle storie in cui l’eroe inizia ad avere qualche resistenza nel capire come risolvere i propri problemi e le situazioni spiacevoli. Del resto a nessuno piace uscire dalla propria zona di comfort e nemmeno l’eroe ha voglia di rompere quella comodità.

Si preferisce rimanere dove si è perché ci si trova in una situazione che si conosce. Una situazione comoda.

Compiere delle nuove azioni per migliorare la propria situazione non è mai piacevole seppur doveroso per cambiare vita.

E se ci pensi molto probabilmente anche tu ti sei ritrovato in una condizione simile quando avendo scoperto una via per migliorare la tua vita o comunque la tua situazione hai avuto qualche resistenza.

La stessa resistenza che pure il potenziale cliente che ti legge potrebbe sentire nei tuoi confronti a causa di qualche altro formatore o libero professionista che avendogli venduto dei prodotti o dei servizi non è riuscito a raggiungere la situazione sperata innescando in lui la credenza comune che “sono tutti uguali, perché mi devo fidare di nuovo?

Così a fronte di questa pessima esperienza nascono dentro di lui delle remore nel voler cambiare la situazione.
Una sorta di diffidenza.

Chi gli dice che questa volta sarà diverso?

Chi gli dice che tu puoi essere per lui un riferimento importante e soprattutto utile?

Raccontandogli la stessa situazione che pure il potenziale cliente ha vissuto nella sua vita.

Solamente così, grazie al rispecchiamento riesci a continuare a far rimanere alta l’attenzione dell’utente continuando il viaggio con te sottolineando la sensazione di rifiuto che stavi vivendo, proprio come lui.


Aiuto: qui puoi condividere (anzi devi) il dialogo interno che avevi mentre vivevi questa lotta interiore. Un po' com’era successo a me quando nonostante avessi trovato online qualche soluzione per arrotondare a fine mese, tutti mi dicevano che non dovevo farlo perché si sarebbe rivelata una sciocchezza e se era vero che si potevano guadagnare soldi… l’avrebbero detto proprio a me che non ero nessuno? Ovvio che no. Così a fronte di queste credenze installate dalle persone che avevo intorno ho iniziato a provare qualche resistenza sull’intraprendere questo viaggio di scoperta fino a quando una persona cambiò tutto…


Passo 4 di 12 - Mentore

Come dal nulla proprio quando meno te lo aspetti sbuca fuori lui, una persona che prima di te e come te ha già intrapreso il tuo stesso viaggio di scoperta e che per te può diventare una figura chiave in grado di farti superare il rifiuto ed intraprendere il viaggio verso la meta che tanto desideri.

A volte abbiamo bisogno di una spinta da una persona che crede in noi quando non lo facciamo ed il mentore per me è stato Alfio Bardolla che in più di una circostanza, leggendo i suoi libri o seguendo i suoi consigli mi ha aiutato a superare gli ostacoli che mi si erano posti dinanzi e che pensavo di non oltrepassare.

Oppure quando nel nuoto ho avuto un momento di elevata difficoltà e sfiducia nelle mie capacità dopo il terribile infortunio all’anca, pensavo che non sarei più riuscito a gareggiare e a fare gli stessi tempi. Anzi, il mio incubo era quello che se avessi cercato di spingere come quella volta che sentii un “crack” avrei vanificato pure i soldi investiti dai miei genitori per sistemarmi l’anca subendo anche una insopportabile frustrazione.

Non volevo che mi accadesse proprio questo.

Non lo volevo. Ma è stato grazie al mio coach di allora che attraverso le sue parole riuscì a spostare il focus sull’essenziale piuttosto che mantenere l’attenzione sul problema potendo tornare a vincere senza problemi.

E magari ripensando a questi miei aneddoti anche tu nel corso della tua storia hai avuto la possibilità d’incontrare una persona importante che attraverso la sua presenza ha avuto un impatto positivo nella tua vita facendoti compiere quell’azione che poi ti ha permesso di varcare la prima soglia.

Una soglia che ancora il lettore non riesce a superare, vuoi per false credenze, vuoi per esperienze passate…

Quindi se tu gli fai capire che non hai superato da solo quella soglia ma sei stato aiutato da un mentore proprio come i grandi personaggi del cinema (tipo Rocky)… ecco che la percezione che ha su di te cambia notevolmente. Anzi, inizi a diventare simile a lui. E questo rispecchiamento è importante durante il racconto della storia.



Passo 5 di 12 - Varco della Prima Soglia

È importante avere un mentore che ti aiuta a credere in te e nelle tue capacità perché ti permette di oltrepassare i limiti ma soprattutto di fare il primo passo di una lunga serie verso la realizzazione di quello che desideri.

In fondo se non fosse stato per lui ora tu non saresti qui e il potenziale cliente non potrebbe avere un eroe o comunque una figura di riferimento a cui aggrapparsi per uscire finalmente una volta per tutte da quella situazione che tanto odia.

Ed io se non fossi stato aiutato dal mio coach nel nuoto e nel business oggi non avrei mai raggiunto i risultati che ho e non sarei la persona che sono.

Molto di me lo devo a loro.

Ed è stato grazie a loro se ho deciso di varcare la prima soglia, ovvero la semplice ma importante scelta di trovare una soluzione definitiva ai miei problemi che in quel momento m’impedivano di vivere la vita che desideravo.

Così armato di coraggio grazie le giuste e puntuali parole dei mentori ho deciso di mettermi in gioco ed entrare in una dimensione a me sconosciuta, quella del business online. Una dimensione che aveva ed ha tutt’ora un suo gergo, un suo linguaggio che inizialmente per me era arabo.

Un linguaggio che non riuscivo a decifrare ma che in qualche modo dovevo capire per iniziare a prendere confidenza con quella dimensione che non era rosa e fiori. Aveva dei nemici e degli ostacoli che ben presto avrei incontrato ma che mi avrebbero permesso di diventare quello che sono oggi.

Come sono certo che è successo anche a te quando spinto dal desiderio di rivalsa e determinazione, mediante la spinta di un mentore hai deciso di risolvere una situazione scomoda iniziando il cammino verso la vittoria.

Non aver timore di evidenziare qualche tua debolezza. Fa parte di te ma soprattutto ti rende ancor più realistico e vicino al potenziale cliente. È vero che i super eroi sono fighi e carismatici ma è altrettanto vero che potersi rispecchiare in una persona che in qualche maniera è simile a noi e ha le nostre debolezze motiva ancora di più la creazione di fiducia.

Del resto tutto questo viaggio dell’eroe serve anche e soprattutto per creare fiducia con il potenziale cliente. Serve per farci capire che noi siamo come lui e che di riflesso se lui ci segue potrà giovare della nostra esperienza e quindi risolvere la sua situazione.

Pertanto la scelta di varcare la soglia ed entrare nel mondo straordinario (nonché il semplice affrontare una dinamica scomoda) fa prendere coraggio anche al lettore che dice “Cavolo, lui l’ha fatto… proprio come ho fatto io o come avrei voluto fare… fammi vedere come va avanti la storia!

Nel momento in cui scatta questo nella mente della persona… hai vinto. Hai la sua attenzione e nell’era della disattenzione è tutto.

Quindi fai capire al tuo utente come hai varcato la prima soglia. La scelta che hai fatto e contro quali persone hai dovuto lottare per poter intraprendere il processo evolutivo.

E la prima soglia s’intende anche la semplice decisione di non accettare una situazione scomoda e così via.


Step 6 di 12 - Prove, Alleati, Nemici

Come si suol dire... nessun mare calmo ha reso un marinaio esperto.

E allo stesso modo nessuna vita povera di difficoltà ha fatto l’uomo saggio.

Le prove, i nemici e gli alleati sono dei componenti importanti all’interno di una storia. E sono certo che anche tu come me, una volta presa la decisione di risolvere una situazione scomoda ti sei trovato di fronte a nemici o ulteriori difficoltà da superare senza magari l’aiuto di nessuno.

Io stesso mi ci sono trovato quando cominciando a muovere i primi passi online mi sono ritrovato a spendere solo soldi e a non guadagnare nulla.

I miei nemici erano le informazioni mancanti, le persone che mi remavano contro e i programmi che non riuscivo ad utilizzare e che m’impedivano di coronare il mio sogno.

Così come magari è successo anche te.

Inserire le prove e le difficoltà affrontate durante la tua storia è importante perché qui è il punto in cui emerge il tuo carattere ma anche i punti deboli, i dubbi, le paure, le ombre… che in qualche modo fanno parte del tuo modo di essere e che non devi temere di esternare perché saranno proprio loro a farti crescere e diventare una persona migliore, in grado di affrontare al meglio la vita e le sfide del tuo mondo per aiutarti ad uscire fuori ed emergere.

Inoltre saranno proprio queste difficoltà ad insegnarti e ad insegnare al tuo pubblico come affiorare e superare situazioni di stallo.

Prendi in esame tutte quelle situazioni in cui qualcuno ha cercato di metterti in difficoltà e che stavi anche magari per cadere ancora più a fondo rispetto a quando hai scelto di varcare la soglia.

Evidenzia i nemici ma anche gli alleati, coloro che ti hanno aiutato (pure il mentore per esempio) o che invece pensavi ti aiutassero ma che poi si sono rivelati la tua disfatta.

Non aver timore di esprimere questi dettagli perché hanno il compito di rispecchiare sempre di più il tuo utente con te.

Utilizza le emozioni, i colori e racconta come ti sentivi in ogni situazione. È importante. Più sei bravo ad agganciare il lettore verso di te e più questo continuerà ad essere disposto ad ascoltarti, seguirti e perché no comprare i tuoi prodotti e servizi. Del resto la vendita avviene sempre PRIMA con l’emozione e solamente DOPO è giustificata con la LOGICA.

Pertanto non dimenticare questo approccio.

Fai sentire le persone capite e vicine a te.

Evidenzia attraverso la tua storia anche il tuo posizionamento, ovvero come vuoi essere percepito dal pubblico perché questo ti aiuta tantissimo a diffondere e rimarcare la tua unicità.

E nel mondo del marketing questo è VITALE.


Passo 7 di 12 - Avvicinamento alla Caverna Recondita

Questo si può definire come l'anticamera della morte ovvero il passaggio prima di raggiungere il punto più critico della storia.

Si tratta di un aneddoto che ti ha fatto inciampare facendoti cadere per terra come mai avresti immaginato.

Magari avevi intrapreso questo cammino per migliorare la tua situazione ed invece ti sei ritrovato peggio di prima per colpa di un episodio che magari non è dipeso da te.

Quindi descrivi uno o più situazioni che hanno fatto vacillare la fede in te ed in quello che avevi intenzione di realizzare.

Può essere l’esempio in cui dopo essere riuscito a creare la tua attività online e non, ha inspiegabilmente iniziato a fare acqua da tutte le parti ed invece di guadagnare soldi li perdevi a dismisura andando a consumare come una gomma pane pure gli unici risparmi rimasti.

Quindi deve trattarsi di un aneddoto che ti ha messo in difficoltà.


Un po' com’è successo a me e a mio fratello Gabbo quando nell'autostrada Barberino del Mugello abbiamo perso il controllo della macchina e ci siamo ritrovati non solo addosso l’alito fatiscente della morte pronta a farci schiantare contro un camion ma anche senza soldi per rientrare a casa.


Quello è stato il momento prima di quello successivo che ci ha fatto assaporare la situazione pessima in cui eravamo finiti, ignari di quello che sarebbe successo di lì a poco.

Pertanto l’avvicinamento alla caverna più recondita deve rappresentare il momento in cui le cose iniziano a precipitare sempre di più. Questo serve al potenziale cliente come espediente per fargli capire che anche tu come lui hai vissuto dei momenti difficili dai quali pensavi che tutto avrebbe preso una piega drammatica e che la via di uscita sarebbe stata impossibile da trovare.

Riflettici su e identifica quale momento può rappresentare questa caduta utile ad agganciare ancora di più il tuo utente in quello che fai motivandolo poi a comprare da te piuttosto che da qualcun altro.

Non devi farlo adesso. Dico soltanto che questi passi del viaggio dell’eroe hanno anche questo obiettivo.



Passo 8 di 12 - La Prova Centrale

Eccoci al momento più critico, il momento in cui magari nessun altro oltre a te avrebbe avuto il coraggio e la forza di rialzarsi dopo la rovinosa caduta a terra.


Proprio com’era successo a me a Gabbo che superato lo spavento dell’incidente ora dovevamo fare i conti con le macchinette dei biglietti del treno.

Sì perché purtroppo gli ultimi spicci li avevamo spesi per il carroattrezzi ed il taxi che ci portò alla stazione di Firenze Santa Maria Novella dall’incidente avvenuto nell’autostrada a Barberino del Mugello.

E lì per andare a Milano dovevamo prendere il treno ma ci rendemmo conto che non avevamo più un soldo bucato e dopo i trofei vinti, le vittorie e la gloria acquisita in acqua negli anni… ora ci trovammo faccia a faccia con la vergogna e la frustrazione di fare l’elemosina.

Non avevamo soldi. Questo ci disse la vita in maniera nuda e cruda.

E quell’evento per noi rappresentò il fondo che avevamo toccato oltre 4 anni fa.


Lo stesso episodio che anche tu magari hai vissuto nella tua vita.

Una persona di cui ti fidavi che ti tradisce negli affari.

Eventi avversi che fanno andare a capofitto il tuo progetto… e via dicendo.

Quindi ripensa a quell’aneddoto in cui hai toccato veramente il fondo ma che però in qualche modo sei comunque riuscito a trovato le forze per rialzarti, per andare avanti nonostante tutto e che ti ha pure fatto diventare una persona nuova. La trasformazione di questo momento critico è molto importante e devi cercare di trasmetterla al tuo pubblico perché gli fai capire di che pasta sei fatto e che anche se hai vissuto momenti difficili hai avuto il coraggio di andare avanti.

Ma se per qualche motivo pensavi di mollare e qualcuno ti ha aiutato… mettilo comunque perché si tratta di te. Non dipingerti per chi non sei. Evidenzia la tua personalità e mostrala alle persone.

Fai magari capire anche qual è stato quell’elemento, quella persona o quel perché che ti hanno spinto a non fermarti. Magari oggi è diventato il tuo movimento di massa come ad esempio è successo a me. Infatti dopo quella spiacevole situazione ho ripetuto a me stesso e a Gabbo che mai più avrei permesso a me e alla nostra famiglia di vivere situazioni simili ma che anzi mi sarei impegnato ardentemente per aiutare altre persone come me ad evitare di commettere i miei stessi errori e di finire da un giorno all’altro senza preavviso dritto in strada costretto a fare l’elemosina per tornare a casa perché non avevo soldi.

Oggi è diventato il mio baluardo e sono fiero per quello che ho realizzato perché se non fosse stato per quell’incidente, forse adesso io e Gabbo saremo chissà dove ma soprattutto… dove sarebbero tutte quelle persone che abbiamo aiutato grazie le nostre conoscenze ed errori commessi?



Passo 9 di 12 - La Ricompensa

Già. Non c’è gioia più grande del vedere le persone felici per quello che ottengono grazie a te.

Questo è il momento in cui l'eroe riesce a trovare ciò di cui ha bisogno per migliorare per sempre la propria situazione.

Nel nostro caso è stata la conoscenza delle giuste informazioni che ci ha permesso di capire e scoprire come far funzionare i primi business online lanciati per aiutare le persone in primis e poi guadagnarci da vivere.

Così è iniziato il nostro processo di crescita.

Una ricompensa davvero enorme che la vita ci ha concesso a fronte della scelta di varcare la prima soglia, affrontare i nemici e le paure e tornare in patria vincitori completamente trasformati.

Allo stesso modo anche tu pensa a ciò che sei riuscito ad ottenere dopo aver superato la prova più dura che nella tua storia hai dovuto affrontare.

Questo passo permette al lettore di capire quello che sei in grado di offrire a fronte di ciò che hai vissuto sulla tua pelle diventando un importante punto di riferimento sempre più rilevante.


Passo 10 di 12 - La Via del Ritorno

Questo è un momento che definisce molto la tua personalità, un po' come abbiamo fatto io e mio fratello Gabbo che obiettivamente dopo aver capito come utilizzare certe competenze di marketing su di noi e dopo aver avuto i primi risultati potevamo tenerci la conoscenza tutta e continuare a vivere così in solitaria.

Seppur potevamo farlo abbiamo dato ascolto al nostro cuore decidendo di mettere a disposizione il nostro sapere a tutte quelle persone che potevano trarne giovamento. Così siamo tornati nel mondo ordinario e abbiamo iniziato a condividere il sapere frutto delle esperienze vissute fino a quel momento.

Come detto, potevamo restare anche nella nostra dimensione e farci gli affari nostri invece abbiamo optato per seguire la nostra missione perché saremmo stati solamente degli egoisti se non lo avessimo fatto.

Ed anche tu ripensa a quello che potevi fare una volta ricevuta la ricompensa nell’aver risolto delle situazioni in stallo. Avresti potuto tenere tutto per te oppure mettere a disposizione il sapere accumulato per il bene del popolo.

Fai emergere i tuoi ideali. Sono importanti e questo è il momento migliore per farlo perché permettono all’utente di continuare a seguirti in tutto il percorso.


Passo 11 di 12 - Resurrezione

Questo è un momento che può essere definito come se fosse una trasfigurazione ovvero un momento in cui ti rendi conto del potere che hai acquisito dopo le vicissitudini affrontate e superate con successo.

Qui è dove ti rendi conto che tutte le persone che ti hanno ostacolato nel raggiungere i tuoi sogni sono state invece fondamentali per la tua crescita e diventi grato per tutto ciò che hai affrontato perché senza un cammino impervio come quello oggi tu non saresti quello che sei.

Pertanto cerca di far capire al lettore quello che hai imparato e come può essere utile ed impattante anche nella sua vita seguire i tuoi passi senza dover per forza affrontare le prove che tu hai dovuto sopportare sulla tua pelle.

Magari anche il lettore le ha dovute fronteggiare ma vedendo la tua trasformazione si rende conto di quello che puoi fare per lui.


Passo 12 di 12 - Il Ritorno con l'Elisir

Questo è il momento in cui hai raggiunto la tua evoluzione, hai toccato i tuoi obiettivi e fai capire a chi ti segue che altre persone oltre il lettore o il potenziale cliente prima di lui hanno deciso di affidarsi a te e grazie a quello che hai imparato, seguendo le tue indicazioni hanno ottenuto dei risultati importanti, hanno cambiato la loro vita e via dicendo…

In tal modo crei ulteriore credibilità ed autorevolezza in quello che fai e che sei demolendo le ultime barriere di diffidenza che magari le persone potevano avere verso di te.

Sei diverso.

E le persone capiscono che di te possono fidarsi.



Questo è il POTERE nascosto del Viaggio dell’Eroe

Ti permette di abbassare le difese dei potenziali clienti facendo capire che tu in primis hai raggiunto dei risultati, hai affrontato delle sfide e acquisito delle competenze che in qualche maniera possono aiutare il tuo pubblico ad emergere dalla situazione in cui si trova vivendo finalmente la vita che desidera.

Del resto il viaggio dell’eroe serve per avvicinare il lettore dalla tua parte e fargli capire:
  • ​perché si deve fidare di te
  • ​cosa hai di diverso
  • ​cosa puoi offrire
  • ​perché
  • ​la tua unicità
Quindi attraverso questi 12 passi sei in grado di far sentire capito il tuo potenziale cliente, avvicinarlo alla tua offerta e mostrargli come la sua vita potrà cambiare se seguirà le tue stesse identiche orme che negli anni ti hanno portato dove sei evitandogli di passare per il dolore.

Ti permette quindi di ABBATTERE non solo le obiezioni e le false credenze che il tuo pubblico ha, ma ti ELEVA anche come riferimento a prescindere dalla concorrenza

Del resto sono tanti i personaggi della Marvel ed ognuno di questi ha i suoi fan.
  • ​Spiderman
  • ​Batman
  • ​Joker
  • ​Hercules
  • ​Wolverine
  • ​Hulk
  • ​E via dicendo...
E allo stesso modo tu avrai i tuoi fan a prescindere da quanti e quali sono i tuoi concorrenti.

Il mondo è grande.

Il mercato pure.

La mente delle persone idem.

Quindi grazie al Viaggio dell’Eroe raccontando la tua storia sei in grado di:

  • Catturare l’attenzione delle persone che si rispecchiano in te (del resto quelli sono i migliori clienti perché tu sai com’eri, cosa pensavi, cosa volevi quando hai iniziato il tuo cammino di scoperta, conosci le false credenze e sei in grado di smontarle e ricrearne di nuove – del resto come puoi parlare con un pubblico che non conosci e che non si rispecchia in te?)
  • Mostrare le tue sfide e le tue disavventure (che magari coincidono anche con il tuo cliente ideale)
  • Svelare come le hai superate e cosa hai fatto per annientare i nemici (pure questi simili)
  • Evidenziare come grazie al tuo coraggio hai messo mano a quella conoscenza che ti ha permesso di raggiungere la situazione tanto desiderata
  • Far conoscere casi studio di persone che affidandosi ai tuoi poteri hanno migliorato la loro vita testimoniando la tua abilità nel saper utilizzare in maniera efficace i doni ricevuti
  •  Ispirare l’utente a seguirti entrando nella tua dimensione, una dimensione che gli permetterà di raggiungere la vita che desidera
Ora alla luce di tutto questo, capisci anche tu che il viaggio dell’eroe ha il potere di avvicinare le persone a te (anche se sei uno sconosciuto per loro) ed immergerli all’interno della tua storia mostrandogli come hai superato degli ostacoli che magari in questo momento impediscono ai tuoi fan di raggiungere ciò che vogliono davvero.
E seguendo questi 12 passaggi riesci a sottolineare:

  • ​La tua personalità
  • ​I tuoi punti forti
  • ​Quelli deboli
  • ​Il perché di questo viaggio
  • ​Nonché la tua MISSION (per cosa combatti e contro chi combatti)
  • ​La tua offerta
Quindi il viaggio dell’eroe riesce a far capire all’utente chi sei tu, cosa puoi fare per lui e perché ti dovrebbe seguire.

Sembrano banalità ma in realtà si tratta di passaggi chiave che hanno l’obiettivo di posizionarti come un punto di riferimento nella mente delle persone anche se parti da zero e pensi che nessuno sia disposto a darti la sua attenzione.

Se poi a quanto mostrato in questo articolo aggiungi il tuo personaggio attraente (come mostrato nell’articolo precedente) insieme al tuo movimento di massa (che ti svelo nell’articolo successivo) allora sì che puoi diventare il paladino della giustizia per il tuo target.

Del resto è questo l'OBIETTIVO
Diventare qualcuno per persone che rappresentano la tua vecchia versione di quando ancora non avevi trovato il bandolo della matassa per risolvere le varie problematiche che ti impedivano di vivere la vita che desideravi ma che ora attraverso i tuoi sacrifici, grazie a quello che hai scoperto puoi aiutare le persone a realizzare i loro sogni senza farli passare per la sofferenza anche se pensi di essere un sig. NESSUNO.
Questo è il potere del viaggio dell’eroe.

Ok Mik ho capito ma come inizio questo viaggio?

Io non penso di essere bravo a scrivere e poi non ho tempo per farlo… 

BINGO! Era proprio qui dove volevo arrivare!

Sai una cosa?

Non serve essere degli scrittori per realizzare il tuo viaggio dell’eroe. È sufficiente che rivedi in ordine logico e cronologico la tua storia immedesimandoti nei 12 passi appena mostrati cosicché in ogni passaggio inserisci gli aneddoti chiave che ti hanno portato dove sei oggi (proprio nella situazione desiderata che ambisce il tuo potenziale cliente) mostrando quindi al tuo pubblico che è possibile raggiungere la meta anche se si parte da zero.

NOTA IMPORTANTE

Il viaggio dell’eroe dev’essere contestualizzato al prodotto o servizio che vuoi vendere online. Quindi la cosa più efficace è quella di
  • ​EVIDENZIARE i tuoi tratti distintivi
  • ​Le SCOPERTE raggiunte nel tuo cammino.
  • ​Le FALSE credenze a cui ti eri aggrappato e come sei riuscito a SMONTARLE per raggiungere la situazione desiderata
La stessa situazione che vorrebbe vivere il tuo potenziale cliente ma che al momento non avendo i mezzi per trovarla si sente spaesato.

Tu devi dargli fiducia e fargli capire che con te è possibile. Tutto qui.

E con il viaggio dell’eroe (nonché la tua storia) sei in grado di avvicinare le persone come api al miele.

Okei ma come lo scrivo questo viaggio?

Semplice!
  •  Identifica la situazione attuale e quella desiderata del tuo pubblico
  • Scopri le false credenze che hanno in merito la loro situazione, il desiderio di raggiungere la meta e le eventuali soluzioni che sono presenti sul mercato (quelle dei tuoi concorrenti intendo)
  • Pensa quali aneddoti anche tu hai dovuto affrontare per superare queste situazioni e raggiungere la meta che il tuo pubblico vorrebbe toccare
  • Individua gli episodi chiave e trasponili su carta in ordine cronologico (dall’inizio alla fine)
  • Scrivi raccontando i vari episodi con l’obiettivo di smontare le false credenze che il tuo potenziale cliente potrebbe avere in merito tutte le 12 tappe

Quindi devo raccontare 12 EPISODI?!

L’ottimo sarebbe questo. Raccontare un episodio per ogni passo così che nel loro insieme creano la TUA storia, il TUO viaggio dell’eroe che proietta l’utente all’interno della tua dimensione e lo trasporta dove desidera e dove vuoi che tu arrivi.

Inoltre con l’ottica di creare 12 episodi non hai il patema d’immaginare quanta roba devi scrivere.

È come mangiare una mortadella di 12 metri.

La mangi una fetta alla volta!

E qui scrivi un episodio alla volta. Senza fretta, senza stress e senza ansia.

Ma quindi alla fine del viaggio devo fare una vendita?

Non è necessario ma è CONSIGLIATO far capire al potenziale cliente come può accedere anche lui alla conoscenza a cui tu hai accesso e come potrebbe trarne giovamento seguendo le tue orme.

Ed una volta finiti gli episodi dove li metto? Ci creo un articolo, un video? Come mi comporto?

Se hai già una pagina facebook puoi pensare anche di creare un video dove racconti la tua storia, un po' come ho fatto io nella mia pagina.

Questo è il link al mio viaggio dell’eroe così puoi prendere spunto.


Altrimenti puoi usarlo in qualche presentazione per catturare l’attenzione del pubblico e vendere poi i tuoi servizi. 

Oppure lo puoi inserire in un meccanismo di marketing ad alta conversione che trascina i tuoi utenti sempre di più verso la tua dimensione, capendo che tu sei l’unico a differenza dei concorrenti che può davvero far realizzare i sogni perché hai già vissuto sulla tua pelle quello che funziona e che NON funziona e quindi conosci già le trappole del mestiere.

Proprio come anche io conosco tutti gli errori che si può incappare nella creazione di un business online partendo dalla propria passione, talento o competenza.

Li conosco perché li ho commessi e so cosa significa farsi il culo e non ottenere nemmeno il minimo risultato.

Per questo motivo ho pensato di mostrati ancora più nel dettaglio il MIO Viaggio dell’Eroe e come lo puoi utilizzare a tuo vantaggio all’interno del tuo business, delle tue competenze o in un ramo aziendale anche se al momento sei un po’ titubante nella sua creazione

Perché anche se pensi che in azienda il viaggio dell’eroe non abbia senso, in realtà può incentivare, sottolineare e rafforzare la mission aziendale riposizionando la propria unicità nella mente delle persone sotterrando tutti i concorrenti presenti sul mercato.

In fondo è sempre lì dentro quelle quattro mura del cranio che ognuno di noi fa le sue scelte.

Quindi se tu sei in grado di prendere uno spazio dentro l’encefalo del tuo cliente e fargli capire che tu hai in mano ciò di cui ha bisogno l’utente e lo agganci con un episodio in comune (del resto le maggiori vendite si fanno con chi è simile a noi o che comunque si rispecchia in noi perché ha vissuto le stesse identiche nostre esperienze) allora hai elevate chance d’innescare una vendita anche se al momento pensi di non esserne capace.

Del resto anche io sono partito con le pezze al culo e in questo webinar GRATUITO potrai scoprire come sono partito, gli errori che ho commesso e come sono riuscito a realizzare una realtà milionaria in poco meno di 4 anni vendendo i miei prodotti e miei servizi anche se non avevo idea di come fare.

Accedi al webinar cliccando il pulsante qui sotto e scopri come realizzare i tuoi desideri così come ho fatto io.

Avrai la possibilità di vedere con i tuoi occhi come ho creato il mio viaggio dell’eroe e come puoi realizzarlo anche tu seguendo i 12 passi.

Prendi appunti durante il webinar così anche tu sarai in grado di creare il tuo viaggio dell’eroe in grado di farti diventare un punto di riferimento per il tuo pubblico anche se adesso pensi di essere il sig. NESSUNO.


Spero che questo articolo sia stato utile a farti maggiore chiarezza su come poter utilizzare la mitologia del viaggio dell’eroe e creare la tua storia avvincente in grado di aumentare la fiducia degli sconosciuti anche se non avevano la minima idea della tua presenza sul web.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento a riguardo entra nel webinar perché alla fine terrò una sessione domande e risposte e quello potrebbe essere per te un buon momento per farmi una domanda che al momento t’impedisce di realizzare i tuoi sogni.

Ti aspetto nel webinar.


Mik Cosentino


P.S. Prendi nota di questi contenuti che mostro nel blog perché grazie a loro, se li applichi potrai già vedere dei risultati da subito nella tua attività.

Ad oggi abbiamo visto:
  • ​Come definire un’idea differenziante
  • ​Come creare un personaggio attraente
  • ​Come creare un viaggio dell’eroe avvincente che ti eleva a diventare qualcuno anche se al momento pensi di essere il sig. NESSUNO
E nel prossimo articolo andremo a vedere come creare il TUO movimento di massa in grado di spostare le folle delle persone dalla tua parte trasformando degli sconosciuti in FAN, da fan a CLIENTI e da clienti a VENDITORI accaniti della tua idea diffondendo il verbo del tuo sapere a tutte quelle persone che come loro potrebbero trarre beneficio.

Non perdere la prossima uscita mi raccomando!

E non aspettare altro tempo per vedere il WEBINAR gratuito perché il valore delle informazioni mostrate lì dentro potrebbe ritorcersi contro di te per mano di qualche tuo concorrente.

Non permettere che questo accada.